Festa del Papà, perché si festeggia il 19 marzo

La ricorrenza fortemente radicata nella Cristianità. La tradizione da recuperare per fare gli auguri con una sorpresa semplice, alla portata di tutti ma davvero efficace

San Giuseppe e la Festa del papà si festeggiano lo stesso giorno, e non è un caso: il 19 marzo, infatti, si celebra il giorno del padre di famiglia che contribuisce alla crescita dei figli e rinnova la sua vicinanza alla donna, proprio in omaggio alla Sacra Famiglia. San Giuseppe fu fabbro e falegname, in semplicità e con assoluta devozione si dedicò alla crescita e all’educazione di Gesù, proprio come tanti papà continuano a fare con i loro bambini e ragazzi.


Per i più piccoli (ma anche per gli altri, perché un augurio e un qualunque gesto di condivisione non guastano mai), è possibile scomodare una tradizione che molti ricordano e, ancora oggi, rinnovano. Quella della lettera sotto il piatto, da riempire con frasi, disegni, con tutto ciò che si desidera dire al proprio papà, e da nascondere con attenzione, ma con una cura tale da permettere che possa essere scoperta. In molte zone d’Italia, questa ricorrenza si festeggia con la preparazione (o l’acquisto), di dolci tipici, le cosiddette zeppole e ciambelle di San Giuseppe.


Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
error:

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.