Seguici

© Rec News -

del


E’ per tutti gli anni ’60 che si gioca la corsa allo spazio. Tecnologie avveniristiche, menti e competitività messi al servizio dei due blocchi contrapposti – Urss e Usa – in perfetto clima da Guerra Fredda. Prima di Shepard, prima di Glenn, la partita più importante la vinse la Russia, con l’invio e ritorno di Yuri Gagarin. Pilota e astronauta, oggi avrebbe compiuto 85 anni. Fu il primo uomo a viaggiare nello spazio esterno. Era il 12 aprile del 1861 quando compì il primo volo orbitale a bordo del suo Vostok.

Una tappa quasi obbligata dopo l’alta formazione. Membro dell’esercito sovietico, a diciannove anni pilota il primo Caccia a reazione. Qualche anno dopo diviene tenente della Soviet Air Force, poi tenente maggiore. Nel ’60 viene scelto assieme ad altri 19 per l’ambizioso programma spaziale sovietico, tra cui viene ulteriormente selezionato il “super gruppo” del Sochi Sei. L’ultima, di selezione, è quella finale: faccia a faccia con Gherman Titov, viene preferito a quest’ultimo per l’altezza più contenuta che si adattava meglio alle dimensioni della capsula che avrebbe gravitato nello spazio.

Celebre quel “Поехали!”, Andiamo, che disse in risposta a Korolev, che dalla base gli augurava un buon volo. Cristiano e per molti dipinto come un padre e marito modello, sportivo con la passione per l’hockey, nei momenti familiari prediligeva lunghi festeggiamenti, come quelli per il Natale e la Pasqua. Un “eroe” moderno ad ampio spettro, riconoscimento che di ritorno, nel 1961, gli viene ufficialmente tributato dall’allora presidente Nikita Krushev. Morì mentre pilotava un Mig-15 a causa di un incidente ancora da chiarire, e successivamente il Centro di Formazione cosmonautica di Mosca di cui era vicedirettore assunse il suo nome.

Continua a leggere
Commenta per primo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

ATTUALITA'

Natale, così la crisi modifica le abitudini degli italiani

Meno regali e più attenzione alle spese vive, nel tentativo di far fronte ai rincari e agli aumenti in bolletta

© Rec News -

del

La crisi impedirà un buon Natale a decine di migliaia di famiglie | Rec News dir. Zaira Bartucca

In un contesto di incertezza e volatilità, diversi indicatori prevedono una frenata nei consumi degli Italiani. Per le festività 2022, in particolare, si faranno più prudenti. I cosiddetti “consumatori” – alle ancora prese con l’aumento dei costi dell’energia e dell’inflazione che ha bruciato i risparmi accumulati negli precedenti – questo Natale saranno costretti a modificare le proprie abitudini di spesa. Secondo un recente report prodotto da KPMG, un italiano su quattro acquisterà regali per meno persone rispetto al 2021 (principalmente la cerchia stretta dei familiari, in particolare i più piccoli). Sempre secondo KPMG, l’acquisto del dono natalizio è sempre più dilatato nel tempo, nel tentativo di approfittare di alcune offerte: il 72% dei cittadini ha iniziato a fare acquisti in previsione di Natale già tra ottobre e novembre, mentre solo il 9% acquisterà i regali comodamente a dicembre.

Continua a leggere

ATTUALITA'

Bollette salate, l’Antitrust avvia le istruttorie contro le compagnie energetiche

Alcune delle compagnie non avrebbero informato adeguatamente la clientela delle modifiche di prezzo delle forniture di energia elettrica e di gas naturale. L’Antitrust provvederà ora a verificare se siano state attuate condotte non rispettose dei diritti dei consumatori.

© Rec News -

del

Bollette salate, l'Antitrust avvia le istruttorie contro le compagnie energetiche | Rec News dir. Zaira Bartucca

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Antitrust) ha avviato quattro procedimenti istruttori e quattro procedimenti cautelari nei confronti di Iren, Iberdrola, E.ON e Dolomiti, fornitori di energia elettrica e gas naturale sul mercato libero. Toccate anche altre società, cui sono state inviate richieste di informazioni. Si tratta di Acea Energia, AGSM ENERGIA, Alleanza Luce & Gas, Alperia, AMGAS, ARGOS, Audax Energia, Axpo Italia, A2A Energia, Bluenergy Group, Duferco Energia, Edison Energia, Enegan, Enel Energia, Engie Italia, Eni Plenitude, Enne Energia, Estra Energie, Hera Comm, Illumia, Optima Italia, Repower Italia, Sinergas, Sorgenia, Wekiwi.

Alcune delle compagnie non avrebbero informato adeguatamente la clientela delle modifiche di prezzo delle forniture di energia elettrica e di gas naturale. L’Antitrust provvederà ora a verificare se siano state attuate condotte non rispettose dei diritti dei consumatori.

Rec News dir. Zaira Bartucca – recnews.it

Continua a leggere

ATTUALITA'

Italia rieletta nel Consiglio delle telecomunicazioni delle Nazioni Unite

Tra i dodici membri del Radio Regulations Board anche un italiano

© Rec News -

del

Italia rieletta nel Consiglio delle telecomunicazioni delle Nazioni Unite | Rec News dir. Zaira Bartucca

L’Italia è stata rieletta al Consiglio dell’Unione internazionale delle telecomunicazioni (ITU, International Telecommunication Union) nell’ambito della Conferenza Plenipotenziaria di Bucarest. La rielezione conferma il ruolo attivo del governo italiano nell’ITU, l’Agenzia specializzata delle Nazioni Unite per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione con sede a Ginevra. Tra i dodici membri del Radio Regulations Board – il comitato tecnico per le radiofrequenze – è stato inoltre eletto l’italiano Mauro Di Crescenzo.

Rec News dir. Zaira Bartucca – recnews.it

Continua a leggere

Ora di tendenza

© 2018-2022 Rec News - Lontani dal Mainstream. Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione (ROC) n. 31911. Copyright WEB121116. Direttore Zaira Bartucca P.IVA 03645570791 - Vietata la riproduzione anche parziale

Accedi ai contenuti extra di Rec News!

X
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione