La Lega, Rosneft e la “cantonata” del Gruppo Gedi

L’articolo di un settimanale sul presunto finanziamento di tre milioni da parte del colosso petrolifero russo. L’azienda, però, ha rispedito al mittente le “accuse” con un doppio comunicato, parlando di “bugie” e annunciando di voler procedere in Tribunale

“Tre milioni”, un partito, una multinazionale e presunti accordi da spy story scoperti dopo appena quattro mesi e pubblicati nel giorno delle elezioni Regionali in Sardegna. Non è la trama di un film di Johnny English, ma il succo dell’articolo di un settimanale in edicola da domani. Protagonisti – stando alle anticipazioni – Matteo Salvini, il governo della Federazione Russa e la partecipata statale Rosneft. Che da ieri ha inoltrato ben due comunicati stampa per rispedire al mittente le “accuse” che la vedrebbero tra i finanziatori della Lega.


Annunci

“Agiremo in Tribunale”. L’azienda non ha usato mezzi termini nei riguardi del settimanale che fa capo al Gruppo Gedi, che secondo i vertici starebbe operando una campagna di “disinformazione” a suon di “bugie” con il fine di “distruggere la reputazione aziendale” di Rosneft. Dopo aver richiesto rettifica al quotidiano La Stampa (che fa parte dello stesso gruppo) e di venire a conoscenza delle fonti, la Compagnia ha annunciato di essere in attesa di una smentita soddisfacente. Che, però, com’è buon costume di un certo tipo di stampa, potrebbe non arrivare mai. Pronta la soluzione del colosso petrolifero, che annuncia di essere disposto, nell’eventualità, ad agire tramite Tribunale.


Annunci

Annunci
Tags: ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
WhatsApp chat

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.