Seguici

© Rec News -

del

Il Bureau of Investigative Journalism, organizzazione internazionale no profit che fino a oggi amava fregiarsi dell’etichetta di “indipendente”, ha ricevuto una maxi “donazione” formato grembiule. Ne dà notizia la stessa Rachel Oldroyd. La stessa dice di più sui benefattori, se così si possono chiamare. Si tratta dell’organizzazione “filantropica globale Luminate che – afferma la direttrice del BIJ – ci permetterà di passare ad una nuova fase di crescita”.

Anche Open Society tra i finanziatori

Passata quella dell’inchiesta dura e pura, potrebbe dunque iniziare quella di un Bureau edulcorato e indirizzato (per non dire influenzato). L’istituto nato nel 2010, infatti, da diverso tempo gode di un ventaglio di finanziatori e supporters a tratti inquietante. Vi figura la nota Open Society del lobbista e manipolatore mediatico George Soros, ma anche il Guardian e l’Oxfam. Solo per citarne alcuni.

Carte scoperte

Forse ancora poco per gli architettonici piani delle eminenze grigie: messo un piede con alcuni bracci armati, ecco che gli Illuminati finalmente ci sono entrati ufficialmente. Una bella novità per la setta, che dopo decenni di cospirazioni e intrighi inizia a giocare a carte scoperte, pur impegnandosi e impegnando i propri adepti ad anteporre sempre e comunque il presunto aspetto filantropico a quello dell’influenza bella e buona. L’organizzazione ha dunque stanziato per il sostegno alle attività del BIJ 800mila sterline in due anni, equivalenti a circa 919.735 euro.

Nuove possibilità o messa al guinzaglio?

“Abbiamo intenzione di usarlo – ha detto ancora Rachel Oldroyd – per mettere in atto una struttura in grado di spingere il nostro giornalismo e il suo impatto ad un nuovo livello. Porteremo più fondi e svilupperemo e attueremo una strategia per coinvolgere il pubblico nel nostro lavoro. Infine, creeremo il ruolo di produttore d’impatto, il cui unico obiettivo sarà massimizzare il cambiamento positivo che l’ufficio di Presidenza e il suo lavoro apportano alla società”. Un quadro ambizioso ma non necessariamente incoraggiante, visto che sembra essere l’ennesimo caso di messa al guinzaglio dell’informazione di inchiesta. Visti, anche, i piani portati avanti da chi ci ha messo il capitale.

Continua a leggere
Commenta per primo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

ATTUALITA'

Natale, così la crisi modifica le abitudini degli italiani

Meno regali e più attenzione alle spese vive, nel tentativo di far fronte ai rincari e agli aumenti in bolletta

© Rec News -

del

La crisi impedirà un buon Natale a decine di migliaia di famiglie | Rec News dir. Zaira Bartucca

In un contesto di incertezza e volatilità, diversi indicatori prevedono una frenata nei consumi degli Italiani. Per le festività 2022, in particolare, si faranno più prudenti. I cosiddetti “consumatori” – alle ancora prese con l’aumento dei costi dell’energia e dell’inflazione che ha bruciato i risparmi accumulati negli precedenti – questo Natale saranno costretti a modificare le proprie abitudini di spesa. Secondo un recente report prodotto da KPMG, un italiano su quattro acquisterà regali per meno persone rispetto al 2021 (principalmente la cerchia stretta dei familiari, in particolare i più piccoli). Sempre secondo KPMG, l’acquisto del dono natalizio è sempre più dilatato nel tempo, nel tentativo di approfittare di alcune offerte: il 72% dei cittadini ha iniziato a fare acquisti in previsione di Natale già tra ottobre e novembre, mentre solo il 9% acquisterà i regali comodamente a dicembre.

Continua a leggere

ATTUALITA'

Bollette salate, l’Antitrust avvia le istruttorie contro le compagnie energetiche

Alcune delle compagnie non avrebbero informato adeguatamente la clientela delle modifiche di prezzo delle forniture di energia elettrica e di gas naturale. L’Antitrust provvederà ora a verificare se siano state attuate condotte non rispettose dei diritti dei consumatori.

© Rec News -

del

Bollette salate, l'Antitrust avvia le istruttorie contro le compagnie energetiche | Rec News dir. Zaira Bartucca

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Antitrust) ha avviato quattro procedimenti istruttori e quattro procedimenti cautelari nei confronti di Iren, Iberdrola, E.ON e Dolomiti, fornitori di energia elettrica e gas naturale sul mercato libero. Toccate anche altre società, cui sono state inviate richieste di informazioni. Si tratta di Acea Energia, AGSM ENERGIA, Alleanza Luce & Gas, Alperia, AMGAS, ARGOS, Audax Energia, Axpo Italia, A2A Energia, Bluenergy Group, Duferco Energia, Edison Energia, Enegan, Enel Energia, Engie Italia, Eni Plenitude, Enne Energia, Estra Energie, Hera Comm, Illumia, Optima Italia, Repower Italia, Sinergas, Sorgenia, Wekiwi.

Alcune delle compagnie non avrebbero informato adeguatamente la clientela delle modifiche di prezzo delle forniture di energia elettrica e di gas naturale. L’Antitrust provvederà ora a verificare se siano state attuate condotte non rispettose dei diritti dei consumatori.

Rec News dir. Zaira Bartucca – recnews.it

Continua a leggere

ATTUALITA'

Italia rieletta nel Consiglio delle telecomunicazioni delle Nazioni Unite

Tra i dodici membri del Radio Regulations Board anche un italiano

© Rec News -

del

Italia rieletta nel Consiglio delle telecomunicazioni delle Nazioni Unite | Rec News dir. Zaira Bartucca

L’Italia è stata rieletta al Consiglio dell’Unione internazionale delle telecomunicazioni (ITU, International Telecommunication Union) nell’ambito della Conferenza Plenipotenziaria di Bucarest. La rielezione conferma il ruolo attivo del governo italiano nell’ITU, l’Agenzia specializzata delle Nazioni Unite per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione con sede a Ginevra. Tra i dodici membri del Radio Regulations Board – il comitato tecnico per le radiofrequenze – è stato inoltre eletto l’italiano Mauro Di Crescenzo.

Rec News dir. Zaira Bartucca – recnews.it

Continua a leggere

Ora di tendenza

© 2018-2022 Rec News - Lontani dal Mainstream. Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione (ROC) n. 31911. Copyright WEB121116. Direttore Zaira Bartucca P.IVA 03645570791 - Vietata la riproduzione anche parziale

Accedi ai contenuti extra di Rec News!

X
error: Vietata ogni tipo di copia e di riproduzione