Semestre europeo, la presidenza all’indagata per alto tradimento

L’incarico sarà ricoperto dalla controversa Vasilica-Viorica Dăncilă, una sorta di Boldrini in salsa romena che in patria è contestata perfino per le modalità che l’hanno fatta diventare Primo ministro 

L’Ue ha di recente festeggiato (oltre che propugnato) la nomina alla presidenza del semestre europeo di Vasilica-Viorica Dăncilă. A passarle l’incarico – che durerà fino al 30 giugno di quest’anno – il cancelliere austriaco Kurz. Una mossa strategica, visto che la “democratica” – che in patria porta avanti teorie femministe (una sorta di Boldrini romena) – lavorerà in sinergia col Parlamento europeo, organo che, pur non avendo potere legislativo, parla all’orecchio degli Stati sovrani con l’obiettivo implicito (e ormai noto) di cancellarli.


Alla “democratica” la gatta da pelare della Brexit. In agenda, il traghettamento del Regno Unito lontano dalla Brexit verso lidi più sicuri (Theresa May in queste settimane si misura infatti con la prevedibile “congiura” di alcuni dei suoi, con spot anti-uscita dall’Europa e con rivolte popolari che sembrano tutto fuorché spontanee), la trattativa sul bilancio pluriennale 2021-2027 che ha già mandato all’aria i propositi di cambiamento dell’Italia, e col rinnovo del Parlamento europeo del 26 maggio prossimo. “Il programma della nostra presidenza è incentrato su quattro priorità: l’Europa della convergenza, un’Europa più sicura, l’Europa come attore forte sulla scena mondiale e l’Europa dei valori comuni”, ha affermato a seguito della nomina.


Annunci

Indagata per alto tradimento, chiamò un oppositore “autistico”. Un quadro idilliaco che, come spesso accade a Bruxelles, cozza con la realtà. Non sembra essere la preparazione, non i criteri meritocratici, ad aver fatto optare per Dăncilă, visto che è proprio il primo ministro rumeno nel corso di una visita a Montenegro ad aver confuso Podgorica con Pristina, che si trova in Kosovo. Ancor meno felici sono le uscite verso gli oppositori, visto che a febbraio a chi le contestava la modifica secondo criteri dubbi delle leggi sulla Giustizia, ha dato dell’autistico. Poco, se confrontato col fatto che sia indagata dalla Procura generale per alto tradimento e usurpazione di funzione pubblica, a seguito delle rimostranze avanzate dal leader del PNL Ludovic Orban.


E ora il presidente Iohannis rifiuta la sua linea di indirizzo. Appena ieri, il presidente Klaus Werner Iohannis che ne ha favorito la nomina, ha manifestato la volontà di respingere le proposte di Dăncilă per quanto riguarda la nomina dei nuovi titolari del Ministero dello sviluppo regionale e dei trasporti. Non intende, cioè, “commissariare” i posti chiave in favore dei preferiti della premier, che equivarrebbe a promuovere l’entrata dell’ennesimo cavallo di Troia di matrice europea. Il semestre europeo che finirà a giugno si annuncia dunque, già da ora, venato da ostacoli di diversa natura per la politica, sia in Europa che nella stessa Romania.


Annunci

Tags:

Commenta

error:
WhatsApp chat

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.