Vescovo aggredito con l’acido da pro-Lgbt, ma i media tacciono

Le campagne femministe, pro-aborto e pro-gay di Elis Leonidovna Gonn e l’attacco quasi letale al religioso scongiurato dall’intervento dei fedeli. La tragedia scampata nel silenzio generale di giornali e giornalisti

Il vescovo dell’Arcidiocesi di Managua, Mario Guevara, è stato aggredito con dell’acido solforico mentre stava facendo una confessione, riportando gravi ustioni. L’autrice del gesto, Elis Leonidovna Gonn, è una supporter Lgbt particolarmente ispirata dalle campagne pro-aborto e da quelle femministe. E’ successo negli scorsi giorni, nel silenzio generale dei media (nazionali e internazionali) in Nicaragua. In Italia la notizia è stata ripresa solo da alcuni siti indipendenti, in Russia è stata diffusa per via della nazionalità della donna e, presumibilmente, perché nella Federazione i tentativi di stendere coltri lobbystiche e gay-friendly cadono sistematicamente nel vuoto.



Il gesto estremo è solo una delle conseguenze del clima totalitario che si respira con la presidenza Ortega, colpevole di un assedio sistematico alla Chiesa cattolica. La colpevole del gesto è stata fermata dai fedeli ed arrestata dalla polizia, mentre Guevara è stato ricoverato assieme ad alcuni fedeli rimasti feriti. Ha riportato gravi ustioni su viso e corpo ma la tragedia scampata non desta comunque l’interesse della propaganda mainstream, troppo occupata ad ammantare d’oro un universo – quello Lgbt – che invece presenta fin troppe zone d’ombra.



Tags: ,

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
error:
WhatsApp chat

Consigliati

Let’s face it, no look is really complete without the right finishes. Not to the best of standards, anyway (just tellin’ it like it is, babe). Upgrading your shoe game. Platforms, stilettos, wedges, mules, boots—stretch those legs next time you head out, then rock sliders, sneakers, and flats when it’s time to chill.